Bonus Mania

Bonus Casinò Online non AAMS
cerca i miglori bonus
Casinò Online non aams - Siti Scommesse stranieri

Lega Pro, c’è la proposta di sospensione del Decreto Dignità

Lega Pro decreto dignità

È un Marcel Vulpis ottimista quello che commenta il tavolo tecnico appena concluso con la Sottosegretaria con delega allo Sport, Valentina Vezzali. Argomento dell’incontro la proposta di sospensione temporanea degli effetti del Decreto Dignità, che vietava la sponsorizzazione delle attività di scommesse sportive per le squadre di calcio.

Il Vicepresidente vicario della Lega Pro ha parlato di una vittoria del buonsenso, commentando in questi termini la proposta: “Questa politica è sempre stata, anche durante il mio programma elettorale, il mio punto di forza. Chi mi conosce sa che sono un uomo concreto, faccio pochissimi proclami. In futuro, e soprattutto nel mondo del calcio, conteranno soprattutto i fatti”.

Un nodo strategico quello di riportare liquidità nel sistema

Un nodo che risultava bloccato proprio dal Decreto Dignità, che fermava il flusso degli investimenti nel mondo dello sport. Decisivo è stato anche l’impegno della sottosegretaria Valentina Vezzali, che ha aperto un tavolo proprio per valutare i margini di manovra. I rapporti tra Vulpis e Vezzali sono inoltre buonissimi: i due si conoscono dal 2015, quando lei deputata di Scelta Civica, ai tempi del Governo Renzi con il sottosegretario al MEF Enrico Zanetti nel pool dell’esecutivo, mentre lui era nel partito come responsabile nazionale per lo Sport di Scelta Civica.

Conosco anche la qualità umana e professionale della donna di sport che ci rappresenta a Palazzo Chigi – continua poi Vulpis – che sta confermando un’ottima visione rispetto alle scelte da fare, non solo in questo specifico segmento. Questo è un periodo difficilissimo per il mondo dello sport, servono risorse e non possono arrivare tra 1-2 anni, ma già nei primi mesi del 2022. Non c’è più tempo per l’attesa. Anche questo lo dico da tempi non sospetti”.

Il Vicepresidente è infatti da un anno che afferma l’inutilità di cercare fondi pubblici, questo perché esistono procedure lente, tempi burocratici lunghissimi. C’era però la strada delle aziende di gioco legale, pubbliche e regolamentate, da seguire.

Una pista confermata da un’analisi di SportEconomy: c’erano in quel momento nel calcio professionistico tra 120 e 150 milioni di euro in pubblicità e tra i 40 e 50 mln di euro di sponsorizzazioni provenienti proprio da queste aziende del betting. E allora perché non estendere questo mercato anche alla Lega Pro? I club di Serie C potrebbero letteralmente respirare grazie a questa nuova liquidità. E salvare tantissime squadre, tifosi e lavoratori da una fine sicura.

Ultimi articoli

Gioco online senza licenza cresce la frequenza dei giocatori nel gioco illegale e non sicuro
Streaming e giochi sul web, una perfetta fusione tecnologica
Giochi casinò online più frequentati dagli appassionati internazionali
Le migliori slot machine non AAMS del 2021
Musica e sicurezza, la programmazione di un casinò digitale per il mobile

Top Casinò Online